Google Star Wars AR adesivi AR sono qui

Google Star Wars AR adesivi AR sono qui

Gli adesivi di Google Star Wars AR sono qui

L’arrivo di Android 8.1 Oreo porta una nuova ed emozionante funzione di realtà aumentata che Google chiama AR Stickers – mobile animato figure animate che è possibile inserire in foto e video. Pensateli come filtri Snapchat, anche se funzionano all’interno dell’applicazione stock camera e possono essere posizionati e ridimensionati liberamente a vostra discrezione.
Arrivano gli adesivi AR
Google ha fatto una prima dimostrazione di questa caratteristica quando ha mostrato il Pixel 2 in ottobre. A quel tempo, Google stava promuovendo gli adesivi AR basati su personaggi della popolare serie Netflix, Stranger Things. Ma con la caratteristica che arriva contemporaneamente a Star Wars: The Last Jedi, troverete anche alcuni personaggi di realtà aumentata provenienti da una galassia lontana, molto lontana.
Gli unici dispositivi attualmente in esecuzione Android 8.1 sono i telefoni Google Pixel e Pixel 2, quindi è necessario uno di loro per entrare nel divertimento. Android 8.1 ha appena iniziato a lavorare su quei telefoni, quindi non tutti i dispositivi possono ancora accedere agli adesivi AR.
Tuttavia, purché si disponga dell’hardware necessario, l’uso degli adesivi AR è semplice e diretto. Al momento in cui scriverai, sarai limitato ad una manciata di pacchetti nell’applicazione, incluse le offerte di Star Wars e Stranger Things.

Introduzione agli adesivi AR

R2-D2 e BB-8 visitano un appartamento grazie ad AR Stickers. (Foto: Tom’s Guide)Prima di tutto: dovrai scaricare gli ultimi aggiornamenti di ARCore e AR Stickers su Google Play. In realtà ho avuto un piccolo problema a trovare l’applicazione ARCore attraverso la ricerca, così ho seguito questo collegamento diretto all’applicazione invece. Una volta che hai aggiornato entrambe le applicazioni, dovresti trovare l’opzione Adesivi AR aggiunta al menu nell’applicazione Pixel Camera.
Quando si avvia AR Stickers, vi verrà chiesto di spostare il telefono in giro, in modo che il pixel possa avere una buona idea dello spazio disponibile. Poi si può iniziare a piazzare gli adesivi nel proprio ambiente, il che è semplice come trascinarli e rilasciarli. Adesivi più piccoli o più grandi possono essere scalati con un pizzico a due dita, e si possono ruotare le dita per ruotarle.
Ogni pacchetto viene fornito con un assortimento di figure tra cui scegliere. Con l’aspettativa che The Last Jedi avrebbe raggiunto la vetta, ho subito esplorato il set di Star Wars, che era caratterizzato da R2-D2 e BB-8, così come veicoli come AT-ATs, X-Wings e Tie Fighters. Il pacchetto di cose strane include i bambini della scuola media Hawkins, e anche un mini Demogorgon. Oltre ai personaggi famosi, ci sono anche lettere di palloncini, che è possibile utilizzare per scrivere parole e frasi.
Alla fine, gli adesivi interagiranno l’uno con l’altro, e sono rimasto sorpreso di scoprire che Google consente di inserire qualsiasi combinazione di figure da diversi pacchetti nella stessa scena – il che significa che una volta può mangiare le sue uova in compagnia di un soldato d’assalto, se lo si consente. Sembra che non ci sia alcun limite al numero di adesivi che puoi mettere, ma tieni presente che una volta arrivati a circa 10, le cose possono rallentare molto e il tuo telefono rischia di diventare piuttosto caldo.
ARCore e AR Stickers uniscono il precedente lavoro di Google sul suo sistema di consapevolezza spaziale Project Tango in una piattaforma software che può funzionare su una varietà di dispositivi Android. Tutto è stato progettato per funzionare senza l’hardware sofisticato e specializzato richiesto da Tango, che è stato trovato in Lenovo Phab 2 Pro e Asus ZenFone AR.

Infatti, durante il mio tempo con gli AR Stickers sul Pixel 2 XL, l’effetto è stato morbido e convincente. Speriamo che la funzione funzioni altrettanto bene anche su hardware meno potente. Ironia della sorte, nessun telefono con supporto Tango ha ancora ricevuto Android 8.1, figuriamoci 8.0 Oreo, il che significa che i proprietari di quei dispositivi dovranno aspettare prima di giocare con gli AR Stickers, se mai avranno la possibilità di farlo.

Torna su